Regione Veneto

Comunicato Stampa - Ordinanza del Sindaco in ordine ai fuochi d'artificio di fine anno




Comune di Cordignano
Provincia di Treviso


 

Un ultimo dell’anno all’insegna del divertimento consapevole per dire addio all’anno trascorso e salutare quello nuovo in modo festoso, ma senza ledere il diritto di ciascuno alla salute e alla tranquillità con comportamenti aggressivi o prevaricanti che possono arrecare danni, determinare disagio o disturbo a persone o animali nonché all’emissione di fumo nell’atmosfera.  Questo l’obiettivo dell’ordinanza sindacale n.11 del 21.12.2015  in materia di petardi e fuochi d’artificio che ne vieta l’utilizzo a Cordignano, negli spazi pubblici, nelle zone residenziali e nelle loro vicinanza, di far esplodere fuochi d’artificio, giuochi pirici e pirotecnici, fumogeni, petardi nonché ogni prodotto che comporti l’emissione di fumo o gas visibile ad eccezione del 31 dicembre dalle ore 22.00 alle ore 24.00 e nel giorno 1 gennaio 2016 dalle ore 00.00 alle ore 01.30.
L’ordinanza in materia di sicurezza urbana per contrastare i rischi derivanti dall’uso di giochi pirici è stata firmata dal sindaco di Cordignano Roberto Campagna  lunedì 21 dicembre, ma “per garantire all’intera comunità cordignanese di festeggiare il Capodanno serenamente, nel rispetto di tutti ed evitando il più possibile gli incidenti che ogni anno si verificano a centinaia sul territorio nazionale – sottolinea proprio il sindaco – è indispensabile fare appello al senso di responsabilità di ciascuno”.
L’ordinanza, che prevede una sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00  come previsto dall’art. 7 bis del D.Lgs 267/2000.



 
torna all'inizio del contenuto